Rendering

rendering logo

RENDERING nasce a maggio 2015 come programma radiofonico ideato e condotto da Lisa La Pietra, in onda su Radio Ca’ Foscari a Venezia, ed incentrato sulla musica contemporanea e le influenze delle arti visive e dell’architettura. In seguito al successo riscontrato con il pubblico, la trasmissione è diventata prima kermesse con il RENDERING Festival a Lanciano (22 agosto – 5 settembre 2015) per poi evolversi in una serie di appuntamenti artistici quale RENDERING Picture (esecuzione di concerti come realizzazione di quadri) e RENDERING Flaneuer (esecuzione di concerti che si ispirano a luoghi e culture straniere).

 

RENDERING Picture
Attraverso la messa a fuoco di un autore alla volta, grazie allʼaccostamento di due strumenti solistici e al concatenarsi degli stessi che, attraverso il confronto, evidenzino le singolarità, RENDERING Picture mostra i compositori secondo una prospettiva nuova. La peculiarità del progetto è di presentare il repertorio trascritto per soprano e clarinetto in una sfida volta alla ricerca sonora che rispetti le caratteristiche stilistiche dell’autore stesso.  Il primo concerto è stato eseguito per EXPO Milano il 15 ottobre con un programma dedicato a F. P. Tosti. In occasione del Festival dellʼOriente di Padova è stato pensato un programma tematico che va dalle influenze esotiche della poetica onirica di Debussy e Satie e le sonorità spirituali ebraiche di Ravel a due brani di musica contemporanea di cui uno F. Gardella e uno di G.Cosmi, che riprendono le suggestioni del Giappone.

 

RENDERING Flaneur
“RENDERING Flaneur, I viaggi di Argia”, è una serie di concerti che ricreano atmosfere, viaggi, territori e culture imprigionate in repertori che vengono riscoperti troppo raramente perché virtuosistici  e specialistici. Il primo concerto si è svolto il 4 dicembre 2015 in occasione del Festival dell’Oriente a Padova in duo voce clarinetto, mentre il 30 dicembre 2015 alla voce è stata affiancata l’esecuzione chitarristica. Questi organici conducono ARGIA nella scelta di un focus di brani della musica da camera del repertorio spagnolo, sud americano e messicano: i viaggi di Argia si sviluppano temporalmente nei secoli e geograficamente sulle melodie dell’esotismo e dell’espressionismo musicale a cavallo fra fine ottocento e inizio novecento.